Synergie Clean-Tech

Metal Fines Recycling Center

Forno foro.png

Le EAFD sono uno scarto del processo di lavorazione dell’acciaio e possono avere composizioni chimiche notevolmente variabili a seconda del tipo di acciaio da cui derivano, delle qualità del rottame e delle ferroleghe utilizzate, infine delle condizioni di processo; tuttavia, in genere, il polverino che fuoriesce dagli impianti che producono acciai ferritici presenta grandi quantità di ossidi di ferro, zinco e piombo, e nel caso di produzioni di acciaio inossidabile ossidi di ferro, di nichel, di cromo, di manganese e, in alcuni casi, di molibdeno.

 

Le EAFD sono un rifiuto pericoloso. Le quantità di EAFD generate dai processi siderurgici corrispondono al 2% circa dell’acciaio prodotto.

 

Le EAFD derivanti da acciai ferritici attualmente vengono:

  • trattate attraverso il cosiddetto processo Waelz che recupera un concentrato di ossidi di zinco, generando una pari quantità di scoria che presenta ossidi di ferro e altri metalli e che viene smaltita in discariche speciali.

  • smaltite in discariche speciali

 

Le EAFD derivanti da acciai inossidabili attualmente vengono:

  • smaltite in discariche speciali

  • trattate in forni al plasma;

  • bricchettate e rifuse in forni elettrici ad arco voltaico tradizionali;

  • fuse direttamente in forni elettrici ad arco voltaico Clean Tech.

Questi ultimi tre sistemi di trattamento recuperano la quasi totalità del ferro e dei metalli ferrosi  in forma di lingotti di ferrolega, generando fumi secondari ad alta concentrazione di ossido di zinco e scoria

Le polveri da abbattimento fumi da forno elettrico (Electric Arc Furnace Dusts - EAFD)

Il Processo Clean-Tech: Sistema Integrato a 3 diverse tecnologie
  1. Un forno elettrico dotato di sistema abbattimento fumi (sia esso un forno al plasma in corrente continua, un forno elettrico in corrente alternata di tipo tradizionale in cui la polvere può essere caricata previa bricchettatura o un forno elettrico di tipo “Clean-tech” in corrente alternata dove la polvere può essere caricata tal quale) in grado di convertire le polveri in: ferrolega in cui si concentrano i metalli ferrosi, scoria inorganica e polvere da abbattimento fumi in cui si concentrano l’ossido di zinco e gli altri metalli non ferrosi (CZO).

  2. Una linea di fibraggio dove la scoria inorganica allo stato liquido prodotta dal forno elettrico viene convertita integralmente in lana minerale

  3. Una linea di raffinazione del tipo “Ezinex”, dove il CZO, attraverso un processo di lisciviazione ed elettrolisi, viene convertito in catodi di zinco e cemento in cui si concentrano il piombo e gli altri metalli non ferrosi in essa contenuti.

Synergie Clean Tech Descrizione Processo
Synergie Clean-Tech L'Integrazione senza
Soluzione del problema tecnico:

Il processo “Clean Tech” migliora gli attuali processi di riciclaggio delle EAFD sia dal punto di vista economico che ambientale poiché sfrutta l’interazione tra le diverse tecnologie impiegate riducendo consumi energetici ed eliminando i costi dello smaltimento degli scarti.

 

In particolare migliora:

  • il processo fusorio delle polveri in quanto gli scarti da esso generati vengono processati e valorizzati

  • il processo di raffinazione dello zinco, poiché la pre-fusione delle polveri genera un concentrato di ossido di zinco privo di metalli ferrosi che inficerebbero la fase elettrolitica non permettendo la produzione del catodo di zinco

  • la produzione di lana minerale, in quanto si sfrutta direttamente la scoria proveniente dal forno eliminando il processo di fusione normalmente adottato con elevato risparmio di energia elettrica

  • la gestione logistica delle materie prime, eliminando il relativo costo di trasporto, per ciascuno dei processi a valle del forno (produzione della lana minerale e del catodo di zinco)

 

 

 

Applicabilità industriale:

Il processo “Clean Tech” può essere applicato industrialmente in maniera sistematica all’interno di centri di riciclaggio  o delle stesse acciaierie  abbattendo gli attuali costi di smaltimento e generando economia circolare, in quanto sia il lingotto di ferrolega che il catodo di zinco risultanti possono essere utilizzati come materia prima per la produzione di acciaio, mentre la lana minerale trova sbocco nel mercato degli isolanti termici e il cemento di piombo può essere venduto a centri di riciclaggio di batterie.

 

 

 

 

Novità:

Ad oggi non esiste sul mercato un sistema integrato di tecnologie che consenta il totale recupero dei metalli contenuti nelle EAFD senza generare scarti. Il processo “Clean Tech” costituisce una novità assoluta in questo specifico campo.

economia-verde.jpg
Logo Circular Economy.png
Integrated Technologies.png
Pubblicità_2.png
Synergie_Clean_Tech_Pubblicità_Processo_

Sistema Integrato Clean-Tech

Descrizione del Processo Produttivo.

Contenuti Correlati
APPROFONDIMENTI
Il Sistema Integrato Clean-Tech
CP118Generic-modernprocessingplant-1024x

Synergie Clean-Tech

L'innovativo impianto per le EAFD.